Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

STALKING

Quando il rifiuto
di essere rifiutati
conduce alla violenza

Alessandra Barsotti

Giada Desideri

Lug12

Panico

Categories // Disturbi

La paura guardata in faccia diventa coraggio, quella evitata diventa panico

“Immaginate di essere da soli in mezzo alla gente : di colpo, come fosse l’imboscata di un acerrimo nemico, sentite la vostra mente sfuggirvi. Il cuore impazzito scalpita come uno stallone al galoppo. La gola, riempita dall’aria come dalla piena di un fiume, soffoca. La testa come sul ciglio di uno strapiombo oscilla di vertigine. La paura dilaga in voi, volete fuggire ma non si può fuggire da se stessi, dalla proprie sensazioni. La paura vi avvolge, vi strangola, cercate di controllarla ma è lei che controlla voi. Vi sembra di impazzire e di morire al tempo stesso. Di colpo una mano amica vi batte sulla spalla: “ciao amore, scusami il ritardo,”. Come nuvole penetrate dal sole il panico svanisce, ma ancora il sudore gelido sulla pelle vi ricorda che non è stato solo un brutto sogno.. Benvenuti nel mondo del panico. La paura di questo nemico d’ora in poi vi accompagnerà come un’ombra sinistra, e più cercherete di cancellarla più vi ci perderete dentro”. Ho citato questo stratagemma letterario ripreso dal testo Non c’è notte che non veda il giorno (Nardone, 2003) perché dal mio punto di vista può aiutare il lettore a sentire cosa s’intende per panico. L’attacco di panico è un’esperienza “intima”. La persona colpita però sente la necessità di ”gridare” al mondo. Infatti, una delle tentate soluzioni messe in atto da chi ha paura del panico è proprio la richiesta di aiuto ai familiari o amici, che se ripetuta può trasformarsi in una stampella della quale la persona non riesce più a fare a meno. L’altra strategia che se ripetuta può risultare dannosa è il controllo delle proprie funzioni vitali, alterate nel caso dell’attacco. Più cerca di controllarle più ha la sensazione di perdere il controllo. L’altra trappola è rappresentata dall’evitamento delle situazioni a rischio che potrebbero trasformare la paura in fobia. Per aiutare la persona ad uscire da questa trappola sarà importante bloccare queste strategie che potrebbero portare ad un aggravamento del problema.
Panico

Lascia un commento

Please login to leave a comment. Login opzionale sotto.

Il Racconto di Casi

Come Curare...

Disturbi